Tag

, , , , ,

Roma, 5 settembre 2008

Si prepari …

Queste due parole mi rombano nelle orecchie e frullano in testa senza sosta da due settimane. Di tutto quel discorso ho capito solo queste due. Ci penso e ci ripenso, come il sangue pulsano nelle mie vene e scuotono il mio corpo, mi svegliano da questo stato di assenza totale che è il vivere in attesa della sentenza senza appello.  si prepari

Allora vediamo un po’…. Il guardaroba è pieno di pantaloni, gonne, camicie, tailleur, magliette, l’abito firmato, quello più leggero, quello più pesante. L’abito per il mattino, quello per il pomeriggio, l’elegante, lo sportivo, c’è anche l’abito da sera e l’abito da sposa ben conservato.

Con le scarpe come sono messa?  Bianche, nere, colorate, tacchi alti, bassi, chiuse aperte, non c’è che da scegliere.

Forse il trucco andrebbe ricomprato, gli ombretti si saranno un po’ seccati come il rossetto, no, il mascara no, quello è a posto, il fondotinta invece devo ricomprarlo, sai con l’abbronzatura non l’ho usato e quello dello scorso inverno era giusto finito a primavera ….

I capelli? Ah già i capelli, per fortuna la parrucchiera è sotto casa. E se fosse di domenica? O lunedì?  Mi arrangio, però questo rosso meglio toglierlo, troppo acceso.

I cappelli li ho buttati ma ho sempre sciarpe e guanti, foulard, mi vien da ridere, i foulard! e chi li usa più? Ma mia suocera continua a regalarmeli, meglio dire a riciclarmi quelli che regalano alle mogli dei dirigenti dell’azienda in cui mio suocero fa consulenza.

Il profumo? C’è, è un po’ che non lo metto.

E poi? Per prepararmi forse potrei chiamare un consulente di immagine e farmi dare dei consigli giusti.

si prepari

Forse c’è un libro, un manuale, dovrei studiare, trovare le parole giuste, provare davanti allo specchio …

Vado in scena o a un esame?

Ah, dimenticavo, la ceretta, la manicure e visto che ci sono, un bel massaggio e una maschera, magari qualche lampada e un po’ di botulino …

Oh capperi! Dimenticavo i gioielli!

Accidenti, non mi piacciono quelli veri, …  però ho due, tre pezzi essenziali e tanti invece  di manifattura indiana o bigiotteria ma chissà se è il caso di metterli. Secondo me la semplicità è la miglior cosa e i gioielli sono proprio inappropriati, ok problema risolto, dubbio sciolto.

Dovrei fare un corso? Forse.

E di nuovo quelle due parole … si prepari. ..

Si ok, prepararmi ma per cosa!

Si prepari sua madre sta morendo.

Ah sì chissà cosa mi credevo!!! Ero andata in ansia, nel panico .. sa attualmente le mie finanze …

Mia madre sta morendo!

Ma per cosa mi devo preparare? Cosa vuol dire si prepari? Come c…o ci si prepara al separarsi dalla propria madre, tagliare il cordone ombelicale per sempre?

Cosa devo fare ? Studiare il manuale della perfetta figlia orfana? Fare le prove di trucco? Scegliere il momento giusto per far uscire le lacrime? Da chi farmi abbracciare? Scegliere i fiori? Decidere se fa effetto svenire al suo funerale per far capire quanto sto male? Ingaggiare delle signore per piangere? Oppure fare un corso di recitazione drammatica qualora le lacrime rimanessero  dentro? Devo urlare o parlare sommessamente, arrochire la voce come chi ha pianto tanto? Imparare a modularla?

Mio Dio, mia madre sta morendo e io mi devo preparare, ma a cosa? Al dolore del distacco? A non vederla più? A non sentire più la sua voce, le critiche, i sorrisi, gli occhi pieni d’amore con cui guarda i suoi nipotini, i miei figli?

Per la seconda volta sento questa frase ma ora ho più tempo per prepararmi, ma si può mai essere preparati di fronte alla morte dei genitori? Come si fa? Sì lo so, ho una gran fede e so che quando accadrà lei lascerà solo il suo corpo e le gioie e i dolori di questa vita per tornare al Padre …

Mia madre ha un tumore, a cosa devo prepararmi? A vederla spegnersi lentamente, a soffrire, a cosa? A cosa?

Non lo so e sarò bocciata all’esame.

Ho tempo, quanto tempo? Spero che basti per dirle tutte le cose non dette, per dirle che le voglio bene, che mi saluti papà e si prenda cura di Giulia.

Il tempo per dirle che non si preoccupi per me, sono grande me la caverò e sì, mi prenderò cura anche di Fabrizio, non lo lascio, è mio fratello, sono grande … sono grande?

Dirle di proteggere i nipotini dall’alto e crescere il mio piccolo angelo.

Il tempo per darle tutti i baci mai dati e chiedere scusa, perdonare e ringraziare per essere stata la mia mamma, per aver chiesto quella grazia e avermi dato la vita. Ecco forse è questa la preparazione.

Mia madre sta morendo e dovrò dirglielo io, sì, devo prepararmi per l’esame della mia vita pur sapendo che sarò bocciata, che non lo supererò neanche dopo anni, che avrò sempre le lacrime nel momento sbagliato e sarò ripetutamente bocciata.

Mamma ti deluderò lo so, ma vedi per quanto io mi sforzi la materia proprio non vuole entrarmi in testa, non mi piace ma continuo a sentire l’eco di quella voce: … si prepari

No, vede dottore, si sbaglia, io non ho voglio di studiare, quando faranno il mio nome mi presenterò sperando nell’improvvisazione e poi visto mai .. una botta di c…o, per dirlo alla romana, e vengo promossa?

Roma, 19 marzo 2010.
La mia mamma è ancora con me, ho chiesto tempo al buon Dio e mi è stato concesso, non importa che ci crediate o meno ma ho ricevuto una grazia. Non ho tempo da sprecare per prepararmi perchè tutto il tempo che ho è per godermi ogni istante con lei e benedire il Signore. La mia vita va avanti in attesa di esser chiamata, in quel momento improvviserò e vada come vada.
Stella Maria

Annunci