Ayat al-Ghermezi, poetessa di venti anni, del Bahrain, è stata violentata e uccisa per aver composto poesie contro il governo e il primo ministro. E’ la storia antica del potere, incapace di gestirsi con la forza della ragione e del diritto; è la storia di chi ascolta la voce della propria coscienza e si sfracella contro il muro degli interessi personali e di clan. Nei salmi della Bibbia risuona un ritornello: fino a quando? E’ la domanda che attraversa le coordinate dello spazio e del tempo devastati dall’egoismo di cui è capace l’uomo.

Annunci