Tag

, ,

nasce-femmina

Fra scienza e detti popolari perché venga concepita una bambina è necessario che l’uomo abbia un gene X da far incontrare con un altro X. Il gene X è più forte ma più lento e vive poco più del gene Y, molto mobile, molto veloce ma regge poco perciò se papà decide di incontrare mamma mentre mamma sta per terminare le sue 48 ore siamo fritti. Sempre per capire quale sia la fortuna vi dico questa: l’uomo produce non so quanti milioni di spermatozoi ogni 24ore, la donna ovula una volta ogni 28 giorni circa e resta fertile per 36/48 ore. Poi ti chiedi perché quando non si riesce ad avere figli tormentino te, perché gli uomini, con quel gran c…o di cui sono dotati dalla nascita, prima o poi un gene sveglio che ha voglia di fare il suo dovere lo trovano fosse pure in anni e anni di pratica. E’ da qui che si vede come procede poi la storia. Viceversa se Y si perde per strada X ci prova e ci riesce, uno su uno. Come dire? Il buon giorno si vede dal mattino!! Oppure: cominciamo bene! È già una lotta.

Si sa, sempre fa scienza ed esperienza, che se sei X aumentano in mamma gli ormoni femminili e quindi via a nausee, mali vari e tu lì aggrappata fortemente a ogni tentativo di mandarti via perché è vero, fra donne ci si comprende e si è solidali, nelle difficoltà ci si unisce quando in genere la storia vuole che si sia sempre rivali.
Alla prima ecografia non si capisce perché quel tizio che viene a farsi gli affari tuoi, ti sveglia e fa il solletico quando papà chiede: è maschio o femmina? debba rispondere: mah, se fosse maschio non avremmo dubbi si vedrebbero gli attributi, in questo caso non si vede quindi forse è femmina. Forse? Ma perché se si vedono è sicuramente maschio mentre se non si vedono forse è femmina? La logica non vuole che se non si vedono è femmina? E’ tutta una questione di posizioni… una cosa che ti tormenterà tutta la vita in qualsiasi ambito e situazione.
Finalmente arriva il gran giorno, oggi si vede la luce e tu che lo sai sei rimasta più piccola per far meno male possibile alla mamma, geneticamente sai che un giorno accadrà anche a te e speri ti venga restituita la cortesia. Tante facce felici sulla tua culla, che bello! Finchè non nasce il fratellino o se è già nato, peggio! Perché? No, non sono femminista e non mi sento discriminata, ne perseguitata ma diciamocelo, che bello la femmina perché alla fine hai una bella bambolina che cerchi di addomesticare laddove non sei riuscito con madre, sorella, moglie e suocera, però il figlio maschio… forse in Italia non è più così ma dico forse… pensa invece al resto del mondo dove nascere maschio è ancora una discriminante e se non lo è nascere, lo è sicuramente vivere. Ma insomma! Ora sei nata e goditi la tua felicità! Intanto inizia a sorridere, studiare chi puoi schiavizzare meglio e chi a ogni tuo segno di pianto corre, così almeno uno è dalla tua parte, ecco poche ore e già è una fatica, un gioco di equilibri e diplomazia mentre il maschio della culla accanto dorme beato, bello, pacioccone, già attaccato al cibo di cui si nutre come un’idrovora senza pensieri mentre tu già mangi poco per non perdere la linea.

Stella Maria

Annunci