Tag

, , , ,

Voglio intonare a Dio un canto di lode e ringraziare con Lui, Gesù, Maria e san Pio.
Ho chiesto aiuto a Dio la scorsa settimana per una questione seria certa che mi avrebbe ascoltato, una di quelle cose tipo “è questione di vita o di morte” si, di un grande progetto di cui un giorno vi dirò da cui dipendono 3 famiglie. L’ho chiesto e non ho più pregato, quando mi esaudisce me lo fa sentire subito, una certa serenità e la sensazione che ha ascoltato. Però la notizia tardava e io come san Tommaso ho avuto paura che qualcosa andasse storto.
Stasera, nella mia chiesa, riunione del gruppo di preghiera di san Pio del quale sono devota e che ringrazio già per altre due grazie, mio figlio e mia madre. Ebbene, dopo il rosario, recita della coroncina di san Pio, ho chiesto la grazia. Ore 20.30 mi telefona la mia socia, “abbiamo vinto la causa, il giudice ha dichiarato illegittimo il ricorso” di chi pensava di arricchirsi alle nostre spalle con il “pizzo”. Ora deve pagare e pagare anche i danni. Dio ha fatto grazia.
GRAZIE MIO SIGNORE E MIO DIO ANCHE PER MEZZO DI SAN PIO.
Stella Maria

Onnipotente, santissimo, altissimo, sommo Dio,
Padre santo e giusto,
Signore Re del cielo e della terra,
ti rendiamo grazie per il fatto stesso che tu esisti,
ed anche perché con un gesto della tua volontà,
per l’unico tuo Figlio e nello Spirito Santo,
hai creato tutte le cose visibili ed invisibili
e noi, fatti a tua immagine e somiglianza,
avevi destinato a vivere felici in un paradiso
dal quale unicamente per colpa nostra
siano stati allontanati.

E ti rendiamo grazie, perché,
come per il Figlio tuo ci creasti,
così a causa del vero e santo amore
con il quale ci hai amati,
hai fatto nascere lo stesso vero Dio e vero uomo
dalla gloriosa sempre vergine beatissima santa Maria
e hai voluto che per mezzo della croce,
del sangue e della morte di lui
noi fossimo liberati dalla schiavitù del peccato.

E ti rendiamo grazie, perché
lo stesso tuo Figlio ritornerà nella gloria
della sua maestà,
per mandare nel fuoco eterno
gli empi che non fecero penitenza
e non vollero conoscere il tuo amore
e per dire a quelli che ti conobbero,
adorarono, servirono
e si pentirono dei loro peccati.

Venite Benedetti del Padre mio:
entrate in possesso del regno
che è stato preparato per voi,
fin dalla creazione del mondo! (Mt. 25, 34).
E poiché noi, miseri e peccatori,
non siamo nemmeno degni di nominarti
ti preghiamo e ti supplichiamo,
perché il Signore nostro Gesù Cristo,
il Figlio che tu ami
e che a te basta sempre e in tutto,
per il quale hai concesso a noi cose così grandi,
insieme con lo Spirito Santo Paraclito,
ti renda grazie per ogni cosa
in modo degno e a te gradito.

E umilmente preghiamo in nome del tuo amore
la beatissima Maria sempre vergine,
i beati Michele, Gabriele, Raffaele
e tutti gli angeli,
i beati Giovanni Battista e Giovanni evangelista,
Pietro e Paolo,
i beati patriarchi, profeti, innocenti,
apostoli, evangelisti, discepoli,
martiri, confessori, vergini,
i beati Elia ed Enoc,
e tutti i santi che furono, che sono e che saranno,
perché, come essi possono fare,
rendano grazie a te,
per tutto il bene che ci hai fatto,
o sommo Dio, eterno e vivo,
con il Figlio tuo diletto,
Signore nostro Gesù Cristo
e con lo Spirito Paraclito
nei secoli dei secoli.
Amen.

(San Francesco d’Assisi)

da qui: http://www.maranatha.it/Franchiara/Franc03Page.htm

Annunci