Tag

, ,

“La lucerna del tuo corpo è il tuo occhio. Se il tuo occhio è sano, tutto il tuo corpo sarà luminoso. Ma se il tuo occhio è malato, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande e nera sarà la tenebra!” (Matteo 6,22-23)

Ma di quale occhio si parla? Il famoso e innominabile terzo occhio. Ma se ne parli ti prendono per pazzo e rischi minimo di essere accusato di non essere cristiano ma un qualche figlio della New Age se non figlio dei fiori.
Ricordate come veniva rappresentato Dio? Un triangolo con al centro, nel vertice superiore, un grande occhio. Ecco, appunto, un triangolo: ai due angoli inferiori i nostri occhi e al centro quello di Dio.
Il terzo occhio, o ghiandola pineale, o sesto chakra, o chiamatelo come vi pare è la capacità dell’uomo di andare oltre la materia e vedere l’uomo per quello che è con la sua anima, il suo cuore e i suoi mali. L’apertura del terzo occhio è la veggenza.
L’uomo ne è stato dotato alla creazione, un dono di Dio per parlare con Lui ed essere come Lui poi l’uomo si è attaccato alla materia, ai piaceri, all’egoismo, alla maschera quotidiana e l’occhio si è chiuso, si è chiuso il canale di comunicazione diretta con Dio, un canale che si può riaprire ed è già aperto nei veggenti.
Perchè non se ne parla? Perchè sei un tipo strano se ne parli? Uno di quelli che crede alle favole? Perchè finchè siamo attaccati alla materia siamo facili da governare, preferisco dire tenere a bada, siamo dominabili e il mondo avrà sempre una struttura a piramide. Ma la piramide cos’è se non quattro triangoli montati su una base quadrata? Perchè gli occhi sono sempre stati la cosa più importante fin dall’antichità, gli egizi per esempio? La base quadrata non vi fa pensare alla realtà multisensoriale con prospettiva/profondità, larghezza, altezza, e percezione totale? E questo a cosa vi fa pensare? Io penso a Dio.
Come dice Matteo se il nostro occhio è chiuso tutto il nostro essere è nelle tenebre, essere nelle tenebre vuol dire essere lontani da Dio. Chiedetelo ai veggenti attuali a cui parla Maria, o ad altri, e leggete le storie dei santi… C’è un canale speciale per arrivare a Dio ed essere migliori, se tutti ci concentrassimo lì e non sulla materia visibile ci scopriremmo come tanti UFO di quelli che cerchiamo nello spazio, qui: noi.

Stella Maria

Annunci