Tag

,

Hai qualcosa di nuovo!
Cosa è successo, hai una luce? Hmmm non me la racconti giusta!
Finalmente rivedo la Stella che ho conosciuto! E’ quella luce che ricordo della prima volta che ti ho incontrata.
Sorridi di nuovo con gli occhi…
Sei tornata… santa!

No, santa no, ma posso dire beata? Mi hanno insegnato, e in tanti mi dicono, di non dire che sto bene e sono felice, l’invidia, la gelosia… Chissene…a!

In fondo ci sono abituata, dalla nascita, mi sono sempre chiesta cos’hanno da invidiare e da essere gelosi, sono una persona comune come tante e anonima, non avranno altro da fare, ma forse è solo un male congenito rivolto verso chiunque non sia se stesso e non verso me. Ma non mi importa, voglio dirlo e se domani scriverò di nuovo di dolori, pazienza! Ma oggi dico che sono felice! Ho una gioia e una pienezza che non provavo da tempo… si è innamorata… sì, della vita, di Dio, di me… ma in fondo lo sono sempre stata, alti e bassi anche nell’amore, tutto è ciclico.
Ho qualcosa nel cuore che non so contenere, il cuore sembra scoppiare per quanto è colmo e invece batte regolare, la notte non dormo e il giorno vado come un treno eppure sono molto calma, più calma di qualche tempo fa…
Questa ennesima esperienza di Dio mi ha fatta rinascere, saranno state le lacrime di liberazione sulla via crucis di san Giovanni Rotondo? Oppure il messaggio di Maria all’Incoronata? Le risposte a Loreto? Quel leggero vento di pochi secondi che mi ha commossa quel mattino qualche attimo prima che Lei dettasse il suo messaggio? Oppure quella preghiera fatta su me? O la riflessione del sacerdote mentre scalavamo il Krizevac? O ancora quell’abbraccio fortissimo di Gesù in chiesa? Per quanto tempo ho chiesto di poterlo abbracciare e poi, così d’improvviso… o i nodi stretti e scorsoi che finalmente si sono sciolti?
Non so, ma ho una sola certezza: non viene da me ma da Dio e se viene da Lui non posso celarla al mondo, non è mia la luce, io sono una stella spenta che mostra la sua scia luminosa mentre muore, questa luce viva è di un Amore più grande e va testimoniata finchè c’è, finchè non la abbandono per vie e trame impervie di questo mondo.
E canto, un canto di lode, peccato la mia voce sia da campana e non da cherubino…

O Dio, mio re, voglio esaltarti
e benedire il tuo nome
in eterno e per sempre.
Ti voglio benedire ogni giorno,
lodare il tuo nome
in eterno e per sempre.
Grande è il Signore e degno di ogni lode,
la sua grandezza non si può misurare.
Una generazione narra all’altra le tue opere,
annunzia le tue meraviglie.
Proclamano lo splendore della tua gloria
e raccontano i tuoi prodigi.
Dicono la stupenda tua potenza
e parlano della tua grandezza.
Diffondono il ricordo della tua bontà immensa,
acclamano la tua giustizia.
Paziente e misericordioso è il Signore,
lento all’ira e ricco di grazia.
Buono è il Signore verso tutti,
la sua tenerezza si espande su tutte le creature.
Ti lodino, Signore, tutte le tue opere
e ti benedicano i tuoi fedeli.
Dicano la gloria del tuo regno
e parlino della tua potenza,
per manifestare agli uomini i tuoi prodigi
e la splendida gloria del tuo regno.
Il tuo regno è regno di tutti i secoli,
il tuo dominio si estende ad ogni generazione.
Il Signore sostiene quelli che vacillano
e rialza chiunque è caduto.
Gli occhi di tutti sono rivolti a te in attesa
e tu provvedi loro il cibo a suo tempo.
Tu apri la tua mano
e sazi la fame di ogni vivente.
Giusto è il Signore in tutte le sue vie,
santo in tutte le sue opere.
Il Signore è vicino a quanti lo invocano,
a quanti lo cercano con cuore sincero.
Appaga il desiderio di quelli che lo temono,
ascolta il loro grido e li salva.
Il Signore protegge quanti lo amano,
ma disperde tutti gli empi.
Canti la mia bocca la lode del Signore
e ogni vivente benedica il suo nome santo,
in eterno e sempre.

(Salmo 145)

Stella Maria

Annunci