Tag

, ,

Far finta di aver capito ogni singola parola,
Promettendo di restarti lontano quanto basti solo per sentire
Senza occhi e senza cuore,
Costringendoli a scappare altrove,
Altrove, dove ogni istinto muore
E perdersi in posti dove sembra tu non possa mai arrivare,
Perché tanto tu sei qui a chiedermi ancora di non guardare,
Ma almeno spiegami com’è possibile che nello stesso istante
Tu sia qui e anche altrove
Come fai
A camminare il mio pensiero?
Come fai
A essere in ogni parte di mondo che non ha terra
e nemmeno cielo?


Come fai
A non lasciar libero il passaggio a nessun sentiero?
Sei lo spazio sei il tempo di ovunque e di sempre
Ma come fai a non lasciarmi un giorno solo,
a non lasciarmi indietro?
Come fai a cadere e volare qual è il tuo segreto?
Ma come fai dimmi come fai ad essere oltre il dolore
Essere sempre amore?

Devo ammettere che non è per niente facile restare immobile,
E mi capita di cadere con gli occhi sulla tua lingua
che continua a battere,
Sul bianco dei tuoi denti e il rosso del tuo fingere,
Fino a contendersi in un silenzio che non può più perdere;
E tu a chiedermi ancora di ascoltare e non guardare,
Perché niente può essere diverso da quel che ti sento dire,
Ma meglio ora che io ascolti senza occhi,
senza quelli vado altrove
Dove non ho più pelle per amare

Come fai
A camminare ogni pensiero?
Come fai
Ad essere in ogni parte di mondo che non ha terra
e nemmeno cielo?
Come fai
A non lasciar libero il passaggio a nessun sentiero?
Sei lo spazio sei il tempo di ovunque e di sempre
Ma come fai a sentire le mie voci
e a rispettare i miei silenzi?
Come fai a leggere i miei pensieri prima che li pensi?
Ma come fai dimmi come fai ad essere e non avere,
Essere sempre amore?

(Roberto Vecchioni, Io non appartengo più)

Annunci